mercoledì 31 ottobre 2018

Il Premio Rally ACI Lucca assegna il titolo "autostoriche" e si avvia verso il rush finale

La kermesse promossa dall’istituzione automobilistica provinciale chiamata ad assegnare i punteggi decisivi per i titoli 2018 dedicati alle vetture moderne. Oltre duecento, le adesioni di una programmazione record che ha eletto i primi vincitori: Cristiano Matteucci e Michele Frosini prevalgono nella classifica assoluta riservata alle auto storiche.


Lucca – 31 ottobre 2018



E’ all’insegna dei grandi numeri che il Premio Rally Automobile Club Lucca si appresta ad archiviare la stagione sportiva 2018. Una vera e propria corsa al fotofinish che – a due gare dalla conclusione – sta puntando i riflettori della scena nazionale sulla serie promossa dall’istituzione automobilistica provinciale, da sempre “polmone” del panorama rallistico toscano. Una situazione di classifica che lascia ancora margine alla propria evoluzione, garantendo quindi agli ultimi due impegni stagionali agonismo e partecipazione.

A comandare la classifica dedicata ai piloti è sempre Dario Bertolacci, assente sulle strade del recente Trofeo Maremma ma forte di quattordici lunghezze di vantaggio sul primo inseguitore, quel Luca Pierotti che ha appena conquistato la seconda piazza nel campionato regionale grazie alla “top five” con la quale si è congedato dalla pedana d’arrivo dell’appuntamento andato in scena a Follonica, affrontato su Peugeot 208 R5. Una condizione, quella del giovane leader della Mediavalle, che lo vede primeggiare anche nel confronto dedicato gli Under 25. Terza posizione provvisoria, a solo mezzo punto di distacco da Luca Pierotti, per Fabio Pinelli. Per il vincitore del campionato regionale, assente sulle strade grossetane, una classifica che – in vista dei prossimi appuntamenti – potrebbe regalare ulteriori soddisfazioni. Nel confronto femminile, a primeggiare è sempre Susanna Mazzetti, forte di dieci punti di vantaggio sull’inseguitrice Giulia Serafini.

Posizioni meno delineate nella classifica riservata ai navigatori, con Alessio Pellegrini ancora leader grazie alla terza piazza di classe A7 conquistata al fianco di Simone Campilii, su Peugeot 306. Di sole due lunghezze, il vantaggio su Alfonso Della Maggiora, quarto di classe sui sedili della Peugeot 206 S1600 di Michele Ferrari. Terza posizione per la leader nella classifica “rosa” del sedile destro Manuela Milli, compartecipe della quinta piazza assoluta di Luca Pierotti a Follonica ed a soli tre punti e mezzo dalla posizione d’onore. A “rincorrere” la copilota lucchese nella lotta al vertice femminile è Chiara Lombardi, assente anch’egli sulle strade del Trofeo Maremma. Una condizione limitante che, tuttavia, non le ha precluso la leadership nella classifica Under 25 copiloti, con ampi margini per poter risalire ed affermarsi sul podio assoluto.

Grazie alla partecipazione al Trofeo Maremma Storico, con conseguente primato nel 4° Raggruppamento, Cristiano Matteucci si è aggiudicato la vittoria assoluta finale nel confronto dedicato alle auto storiche messo in programmazione - per la prima volta - dal Premio Rally Automobile Club Lucca. Al volante della Citroen Visa 1000 Pistes, il conduttore lucchese ha cementato il margine sull’inseguitore Rudy Michelini, regolato da undici lunghezze di distacco. Nel 3° Raggruppamento prevale Riccardo De Bellis, investito proprio recentemente della carica di campione italiano nella “911 Race Cup”. Tra i copiloti, compartecipe del brillante risultato conquistato da Cristiano Matteucci, a primeggiare nel 4° Raggruppamento è Michele Frosini, con Andrea Sarti che si è confermato nel 3° Raggruppamento seppure con il misero scarto di due lunghezze sull’inseguitore Massimo Moriconi.
Il prossimo appuntamento in programma, penultimo di una serie che ha fatto registrare oltre duecento adesioni, vedrà i conduttori lucchesi sfidarsi sulle strade del Rally di Pomarance, nei giorni 17-18 novembre.

Nella foto (free copyright Simonelli): la Citroen Visa 1000 Pistes di Matteucci-Frosini.

lunedì 29 ottobre 2018

Lorenzo Veglia archivia il Tricolore GT nella "top ten" di GT3


All’Autodromo del Mugello, il pilota leinicese è costretto al forfait a causa di un contatto tra la Lamborghini Huracàn ed un avversario mentre il compagno di squadra si trovava in fase di doppiaggio. Gara 2 condizionata da pioggia battente ed assenza di grip.


Leini (TO) – 29 ottobre 2018


E’ con una sesta posizione in Gara 2, sull’asfalto dell’Autodromo del Mugello, che Lorenzo Veglia ha archiviato la stagione sportiva 2018, sui tracciati del Campionato Italiano Gran Turismo. Il pilota di Leini, protagonista in quella che è la massima espressione nazionale su pista, ha concluso la programmazione “griffata” Acisport con una ottava posizione finale nella classe GT3, risultato frutto di un’assidua partecipazione alla serie che, in alcuni frangenti decisivi della stagione, è stata tuttavia condizionata da variabili negative.

Un feeling, quello tra Lorenzo Veglia e la Lamborghini Huracàn GT3, consolidato da performance di spessore che lo hanno visto affiancato da Martin Vedel e, successivamente, da Loris Spinelli. Un connubio, quello con Spinelli, che ha mostrato progressioni degne di nota in occasione dell’esordio al Monza Eni Circuit – appuntamento archiviato sul podio – ma che, proprio sul tracciato del Mugello dello scorso weekend, non ha potuto esprimersi al meglio a causa di condizioni meteo limite e dal contatto della GT3 di casa Antonelli Motorsport con un avversario, quando il compagno di squadra si trovava in fase di sorpasso in Gara 1.

“Una stagione che mi ha visto concludere tra i primi dieci nella classe GT3 ma che non mi soddisfa pienamente – il commento di Lorenzo Veglia – a Monza sarebbe potuta andare ancora meglio, in entrambi i casi il podio era ampiamente alla nostra portata. Al Mugello, invece, non siamo riusciti ad esprimere le nostre potenzialità. Peccato, perché tenevo molto a concludere la stagione brillantemente. Fin da domani penseremo alla prossima stagione”.


Nella foto (free copyright Signori): Lorenzo Veglia al Mugello.


UFFICIO STAMPA – LORENZO VEGLIA

mercoledì 24 ottobre 2018

Lorenzo Veglia atteso al "gran finale" GT del Mugello


Il pilota portacolori del team Antonelli Motorsport chiamato, questo fine settimana, a confermare le ottime sensazioni destate sul podio di Monza.




Leini (TO) – 24 ottobre 2018


E’ sotto il segno delle buone sensazioni che Lorenzo Veglia si appresta ad archiviare il Campionato Italiano Gran Turismo 2018, serie che si concluderà questo fine settimana sull’asfalto dell’Autodromo del Mugello. Prerogative di alta classifica assecondate dal recente risultato conquistato sul tracciato proposto dal Monza Eni Circuit, dove il giovane driver torinese è riuscito a ritagliarsi un ruolo di primo piano, compartecipe con Loris Spinelli della seconda posizione sul podio.

Un “gran finale”, quello che attende il pilota leinicese sull’asfalto di Scarperia, in provincia di Firenze, con la Lamborghini Huracàn GT3 messa a disposizione dal team Antonelli Motorsport chiamata ad assecondare le caratteristiche dei due driver, a conferma di un binomio che – in Brianza – ha confermato elevato tasso qualitativo.
“Si prospetta un fine settimana particolarmente impegnativo, soprattutto dal punto di vista meteo – il commento di Lorenzo Veglia – le sensazioni sono molto positive, l’intento è quello di dare prosieguo alla buona prestazione di Monza”.



Il Campionato Italiano Gran Turismo, nel suo ultimo appuntamento in programma, accenderà i motori nella giornata di venerdì con la disputa delle prove libere. Sabato, la giornata dedicata alle prove di qualificazione, “aperitivo” agonistico che anticiperà la prima sessione di gara, alle 14.05. Alla domenica la gara conclusiva, articolata anch’essa su 56 minuti ed un giro ed in svolgimento alle ore 14.

Nelle foto (free copyright Signori): Lorenzo Veglia profilo ed in gara.


UFFICIO STAMPA – LORENZO VEGLIA

mercoledì 17 ottobre 2018

Dal "Tricolore" al Trofeo Maremma: Leopoldo Maestrini atteso questo weekend a Follonica


Il pilota di Scarlino, reduce dalla “top ten” nell’ultimo appuntamento di Campionato Italiano Rally, sarà al via della gara “di casa” con il numero uno sulle fiancate della Skoda Fabia R5.



Scarlino (GR) – 17 ottobre 2018



Una programmazione impreziosita dalle strade del Campionato Italiano Rally che è in via di conclusione proprio sulle strade “di casa”: Leopoldo Maestrini è pronto ad indossare tuta e casco ad appena una settimana dalla “top ten” del Rally Due Valli tornando ad abbracciare il volante della Skoda Fabia R5 al Trofeo Maremma, appuntamento in scena nel fine settimana a Follonica.
L’occasione di ringraziare i partner locali che lo hanno accompagnato durante il percorso tricolore, quella che Leopoldo Maestrini è pronto a sfruttare nell’entroterra follonichese, assecondato alle note da Daniele Michi per i colori della scuderia PSG Rally.

Una presenza, quella di Leopoldo Maestrini, che gli ha assicurato il numero uno sulle fiancate della vettura: “Partire con il numero uno, sulle strade di casa, è una gran bella soddisfazione – il commento di Leopoldo Maestrini – un motivo in più per cercare un risultato positivo davanti a chi mi ha sostenuto in questa splendida stagione”.

Il Trofeo Maremma sarà chiamato a decidere le sorti del Campionato Regionale Toscano ed interesserà Follonica nelle giornate di sabato – con la disputa della prova spettacolo del Palagolfo – e della domenica, con i protagonisti che affronteranno le restanti prove in programma.


Nella foto (free copyright Bettiol): Leopoldo Maestrini in gara a Verona.

domenica 14 ottobre 2018

Corinne Federighi "tris": al Rally Due Valli vince il "femminile" del Campionato Italiano Rally



La pilota apuana si aggiudica, per la terza volta in carriera, la Coppa Aci Sport femminile.
A garantirle il titolo sono state le strade del Rally Due Valli, appuntamento conclusivo di Campionato Italiano Rally.



Massa (MS) – 13 ottobre 2018
E’ ancora lei, la “primadonna” del Campionato Italiano Rally. Corinne Federighi, sulle strade del Rally Due Valli – ultimo appuntamento della serie tricolore andato in scena a Verona tra venerdì e sabato – si è aggiudicata la Coppa Aci Sport femminile, il titolo nazionale riservato alle “ladies” del volante. Una vittoria che va ad impreziosire la bacheca della pilota di Massa, già vincitrice nelle stagioni 2015 e 2016 ed impegnata in una programmazione sportiva che le ha riservato ampia soddisfazione.
Una condotta priva di sbavature, quella della portacolori della scuderia Project Team, al volante della Renault Clio R3C messa a disposizione dalla scuderia SMD Racing ed affiancata “alle note” dalla copilota Silvia Rocchi, già compartecipe della ritrovata leadership di categoria in occasione del Rally Adriatico.

Per Corinne Federighi la vittoria della Coppa Aci Sport femminile 2018 va ad aggiungersi ai due titoli di categoria già conquistati nella cornice del Campionato Italiano ed a quello di campionessa femminile assicurato nella precedente stagione sportiva, sui chilometri dell’International Rally Cup. La degna conclusione di una stagione che ha visto la driver apuana ritagliarsi un ruolo di primo piano anche nelle vesti di copilota, al fianco di Marco Runfola. Un feeling, quello tra Corinne Federighi e la vettura d’oltralpe, consolidato sui fondi – asfaltati e sterrati – della massima espressione rallistica nazionale: il Campionato Italiano Rally.
L’ennesima conferma per la portacolori toscana, artefice di una prestazione globale incentrata nel raggiungimento del massimo obiettivo e che l’ha vista prendere parte a soli cinque appuntamenti su otto in calendario, obbligata quindi a concretizzare al massimo le opportunità. Una condizione limitante che, tuttavia, non ha negato a Corinne Federighi l’arrivo tra i primi trenta equipaggi classificati in buona parte dei contesti che l’hanno vista partente, garantendole punteggio pieno ed ampie prerogative di successo finale.



“Una soddisfazione immensa, che voglio condividere con tutti coloro che hanno reso possibile questa vittoria – il commento, entusiasta, di Corinne Federighi – penso alla mia copilota Silvia Rocchi, al mio team, la SMD Racing, alla mia scuderia, la Project Team e naturalmente a Marco (Runfola ndr), con cui ho condiviso tutto in questa stagione. L’obiettivo era vincere e ce l’abbiamo fatta, nonostante le difficoltà legate ad impegni lavorativi che hanno limitato la mia partecipazione al campionato. E’ stata comunque dura arrivare all’arrivo a causa di variabili che hanno estromesso dalla gara molti piloti, abbiamo cercato di evitare i “tagli” e questo si è rivelato fondamentale”.



Nella foto (free copyright Actalfoto-Leonelli): Corinne Federighi a Verona.





sabato 13 ottobre 2018

"Top ten" di Leopoldo Maestrini al Rally Due Valli


Il pilota grossetano archivia la programmazione stagionale con una nona posizione assoluta nell’appuntamento conclusivo di Campionato Italiano Rally, andato in scena venerdì e sabato a Verona.



Scarlino (Gr) – 13 ottobre 2018


L’obiettivo, quello di rientrare tra i “primi dieci” della classifica assoluta, è stato raggiunto. Leopoldo Maestrini archivia con una nona posizione in classifica il Rally Due Valli, appuntamento conclusivo di Campionato Italiano Rally andato in scena nelle giornate di venerdì e sabato a Verona. Un impegno che ha visto il pilota di Scarlino abbracciare nuovamente il volante della Skoda Fabia R5, vettura messa a disposizione dal team P.A. Racing che ha caratterizzato la stagione sportiva 2018 e che utilizzerà anche in occasione del prossimo appuntamento in programma, il Trofeo Maremma del prossimo fine settimana.
Assecondato alle note da Daniele Michi, compartecipe dei risultati conseguiti in stagione, Leopoldo Maestrini è riuscito a concludere positivamente quella che è stata la prima stagione nella massima espressione nazionale della disciplina, il Campionato Italiano Rally. Un bagaglio di esperienza importante per il driver portacolori della scuderia PSG Rally, limitato sulle strade dell’appuntamento scaligero da problemi di setup – sofferti nella prima giornata di gara – e da un’uscita di strada occorsa nei chilometri della sesta prova speciale, costata tre minuti di troppo nel riscontro cronometrico totale. Una prestazione coincisa con il terzo piazzamento in gara tra gli equipaggi partecipanti al Campionato Italiano Rally Asfalto.

“Chiudere bene questa bella programmazione nel Campionato Italiano Rally era doveroso – il commento di Leopoldo Maestrini – una scelta, quella di correre sulle strade del Tricolore, che si è rivelata altamente formativa. Al netto dell’uscita di strada, credo ci sia da ritenersi soddisfatti dell’esperienza di questo fine settimana. Adesso andiamo avanti con questo mini “tour de force” visto che il prossimo fine settimana correremo sulle strade di casa, al Trofeo Maremma. L’occasione per ringraziare i partner che mi hanno accompagnato in questa programmazione di alto livello”.


Nella foto (free copyright Bettiol): Leopoldo Maestrini in gara.



UFFICIO STAMPA – LEOPOLDO MAESTRINI