martedì 20 marzo 2018

Innovazione e numeri record per Cosmoprof Worldwide Bologna

BOLOGNA - Più di 250000 visitatori ed un +11% di presenze da parte degli operatori stranieri rispetto all'edizione precedente. Record anche per gli espositori, con duemila e ottocento unità a rappresentare settanta nazioni. Nella stanza dei bottoni di Cosmoprof gongolano e ne hanno ben donde. L'edizione 2018 ha regalato a Bologna ed al settore dell'estetica molti segni "più": dal comparto cosmetico nazionale (+4,3%) ai segnali incoraggianti provenienti dall'export, con un incremento dell'8%.
Una programmazione, quella andata in scena a Bologna Fiere, che ha puntato i riflettori sulle tendenze di settore e sui marchi rigorosamente "made in Italy".

A ritagliarsi un ruolo di primo piano sono state le nuove proposte di Comfort Zone, azienda che ha deciso di puntare prepotentemente su una serie di prodotti specifici per gli amanti del fitness dal nome che non lascia spazio alla fantasia. Body Active, ovvero tre prodotti da utilizzare prima, durante e dopo il movimento per incrementarne i benefici. Un massaggio esclusivo che abbina un'innovativa maschera all'argilla gialla del Brasile e l'utilizzo del Wood Massage Roller, valore aggiunto nell'utilizzo. Novità anche per quel che concerne packaging, ideato con l'obiettivo di minimizzare l'impatto sull'ambiente, è CO2 neutro. Ciò significa che le emissioni di Co2 generate dalla produzione dei contenitori sono state completamente compensate. La plastica è di origine vegetale, Green PE, un derivato della canna da zucchero. E poi il nuovo colore, verde acquamarina brillante, che - oltre a contraddistinguere la linea - veicola un'immagine attiva e atletica.

Tra le novità espresse a Cosmoprof 2018, grande interesse ha destato anche l'iniziativa di Beauty Progress, realtà di punta nel ramo dell'estetica professionale. Forti del supporto di tecnici specializzati, la struttura marchigiana ha fatto leva sul coinvolgimento del pubblico, chiamato a testare la progettazione di un centro estetico attraverso l'utilizzo di occhiali 3D. Un costante investimento in innovazione che ha fatto alzare i pollici e garantito all'azienda di Civitanova il ruolo di primattrice tra i padiglioni di un'edizione record.

g.mic