martedì 21 maggio 2013

HAPPY RACER VINCE ALLA "25 ORE DI MAGIONE" CON ALBERTO BERGAMASCHI, SFORTUNA PER GERI NEL "SUPERSTARS" DI BRNO


Strepitoso successo della scuderia torinese, vincitrice della competizione motoristica “di durata” con il suo portacolori Alberto Bergamaschi, Responsabile Comunicazione di Continental. Un successo avallato dall'ottima condotta al volante della Fiat 500 1300 diesel.


Torino, 21 maggio 2013 – E' un fine settimana all'insegna dell'alloro, quello appena archiviato dalla scuderia Happy Racer. Al centro delle evoluzioni della “25 Ore di Magione” l'entourage torinese è riuscito ad elevarsi sul primo gradino del podio assoluto, centrando l'obiettivo vittoria ed esaltando la condotta agonistica del suo portacolori lombardo Alberto Bergamaschi, Responsabile Comunicazione di Continental.
Un successo conseguito al volante della Fiat 500 1300 diesel griffata dall'azienda leader nel campo dell'automotive, maturato su oltre mille chilometri e venticinque ore di gara. Una “Energy Saving Race” che ha visto primeggiare la Mjet in un lotto composto da vetture diesel, a benzina e bifuel, ibride ed elettriche. Un risultato che ha elevato un rapporto in termini di consumi pari ad oltre trentuno chilometri con un litro di carburante.



Per Alberto Bergamaschi, primattore della settima edizione disputata tra i chilometri del circuito di Magione e l'entroterra umbro, la soddisfazione di aver “bissato” quel successo conseguito nella stagione 2008, legittimando una condotta incentrata nel giusto compromesso tra velocità ed affidabilità, cercando di scongiurare rischi che avrebbero potuto estrometterlo dalla lotta per il vertice.
Una gran bella soddisfazione, derivata dalle conferme ottenute in gara – ha commentato Bergamaschi al traguardo – perché il nostro ContiEcoContact 5 si è superato in termini di affidabilità anche in condizioni di asfalto bagnato. Un risultato che ne premia la progettazione e che ci ha permesso di rimanere competitivi anche quando, all'alba, ha iniziato a piovere incessantemente”.


FERDINANDO GERI SFORTUNATO MA PRIMO TRA GLI “STAR DRIVERS” DI BRNO
Il pilota romano, impegnato con i colori Happy Racer nella Superstars World 2013, limitato dalla sfortuna. Una “toccata” in Gara 1 ed un ritiro nella successiva, a causa della errata traiettoria messa in atto da un inseguitore, non precludono alla sua Audi RS5 la leadership di categoria.

Poteva concludersi con un risultato più che soddisfacente, la parentesi ceca di Ferdinando Geri, impegnato nell'appuntamento Superstars World di Brno.
Al volante della Audi RS5 di Audi Sport Italia, il portacolori della scuderia Happy Racer si è reso protagonista di una prima sessione di gara condizionata dal contatto con un avversario, a seguito di una prima fase agonistica che lo aveva elevato in termini di prestazioni.



Una condotta che, seppur limitata dalla variabile occorsa, non gli ha negato il massimo punteggio nella categoria Star Drivers, “score” che lo ha elevato nel ruolo di leader provvisorio.
Partito sotto il segno dei migliori auspici, in Gara 2, per la RS5 di Ferdinando Geri si è rivelato “fatale” un secondo contatto, questa volta subito dalla scia, che ha causato il ritiro della stessa a causa della rottura di un ammortizzatore.

Abbiamo comunque faticato – ha commentato Geri – ed in vista del prossimo appuntamento vorrei indirizzare il mio interesse verso una sessione di test utili nel perfezionare l'assetto, con questo tipo di gomme”.
Una prospettiva che potrebbe rivelarsi “amica” in vista del prosieguo della programmazione agonistica.

Nelle foto (copyright Ambrosi): La Fiat 500 Continental di Alberto Bergamaschi a Magione e la Audi RS5 di Ferdinando Geri (copyright Pierangelo Rigamonti).