domenica 23 giugno 2019

Leopoldo Maestrini secondo assoluto al Rally Alta Val di Cecina


Il pilota di Scarlino migliora la terza posizione conquistata nella passata edizione della gara conquistando il secondo gradino del podio assoluto, sulla Peugeot 208 R5 del team MM Motorsport.  



Scarlino (GR), 23 giugno 2019



Sono ancora i gradini del podio assoluto a congedare Leopoldo Maestrini dall’asfalto del Rally Alta Val di Cecina, appuntamento andato in scena nel fine settimana a Castelnuovo Val di Cecina ed articolato sulle prove speciali che, da sempre, contraddistinguono l’appuntamento rallistico pisano. Il pilota portacolori della scuderia Maranello Corse si è elevato in seconda posizione assoluta, piazzamento che va a migliorare il riscontro finale della precedente edizione, quando aveva concluso in terza piazza. Un risultato valso il miglior “score” in carriera, conseguito al volante della Peugeot 208 R5 messa a disposizione dal team MM Motorsport.

Una condotta, quella di Leopoldo Maestrini e del copilota Iacopo Innocenti, contraddistinta da un avvio che non ha assecondato le aspettative della vigilia e che lo ha costretto ad una performance più aggressiva nel secondo giorno di gara, valso il miglioramento della posizione provvisoria, passando dalla terza alla seconda piazza. Per Leopoldo Maestrini il Rally Val di Cecina si è confermata occasione per mantenere alto il ritmo che richiede la programmazione nazionale, impegno che chiamerà il pilota grossetano sull’asfalto della fase finale del Campionato Italiano WRC.

“Una seconda posizione assoluta che, oggi, rappresenta il miglior risultato che ho conseguito in carriera - il commento di Leopoldo Maestrini a fine gara - un piazzamento che, comunque, non ci soddisfa a pieno in quanto eravamo partiti con l’idea di giocarci la vittoria fino in fondo. E’ andata diversamente, non sono riuscito a prendere il ritmo all’avvio, nel primo giorno di gara e mi sono visto costretto a dover rincorrere per poter almeno migliorare la terza piazza dello scorso anno”.


Nella foto (free copyright Amicorally): Leopoldo Maestrini in gara.


UFFICIO STAMPA – LEOPOLDO MAESTRINI

venerdì 21 giugno 2019

Aperte le iscrizioni alla 2^ Coppa Ville Lucchesi



L’appuntamento dedicato alle vetture storiche, in programma nei giorni 12-13 luglio sulle strade della Piana lucchese, ha aperto ufficialmente le iscrizioni.

Lucca, 21 giugno 2019 - È  un format che conferma i punti di forza della prima, fortunata, edizione, quello inerente alla Coppa Ville Lucchesi, gara dedicata alle vetture storiche, in programma venerdì 12 e sabato 13 luglio sulle strade della Piana lucchese. L’evento, promosso da Automobile Club Lucca, in collaborazione con Aci Sport, ha ottenuto quest’anno due prestigiose titolarità, TRZ per il rally storico e Campionato italiano di Regolarità a media. Le iscrizioni sono ufficialmente aperte: c’è tempo fino a lunedì 8 luglio per aderire alla competizione. Sette i tratti cronometrati in programma, per un totale di circa settanta chilometri. Evoluzioni, quelle della 2^ Coppa Ville Lucchesi, che avranno in “Gragnano”, “Pizzorne” e “Aquilea” quel mix particolare tra bellezza circostante e spettacolarità agonistica, tanto da garantire ad appassionati e equipaggi un adeguato contenuto in termini di unicità. Due le ripetizioni della prova speciale “Gragnano”, altrettante in programma per “Aquilea” e tre i passaggi previsti sui chilometri di “Pizzorne”.

LE PROVE SPECIALI. Ad inaugurare il confronto saranno gli otto chilometri di “Gragnano”, prova testimone dei primi fasti del Rally dello Zoccolo, appuntamento di spessore degli anni ’80 che ha avuto - con la Coppa Ville Lucchesi - una degna proiezione nel panorama motoristico attuale. A caratterizzare i primi chilometri è una salita “guidata”, approccio che i protagonisti affronteranno verso Gragnano alto. A seguire, una breve discesa contraddistinta da tornanti che precederà il passaggio verso Tofori, attraverso un tratto in salita molto tecnico. Una prova speciale densa di contenuto, caratterizzata da una serie di tornanti e da una fase finale che – da fondo pianeggiante – alternerà tratti veloci e lenti. Chilometri che manderanno in archivio la prova speciale con una discesa impreziosita da tre tornanti, garanti di assoluta spettacolarità.
A recitare un ruolo primario dal punto di vista chilometrico è la “Pizzorne”, con i suoi 12,21 km. Una prova speciale che ha contraddistinto, negli anni, l’espressione rallistica della provincia di Lucca. Con la partenza prevista dal centro abitato di Villa Basilica, i protagonisti saranno chiamati ad affrontare una salita fatta di tratti “guidati” e di altri decisamente più veloci. A catalizzare l’attenzione di appassionati e addetti ai lavori saranno ancora i cambi di direzione espressi verso il raggiungimento dell’Altopiano delle Pizzorne e i tornanti che caratterizzano i cinque chilometri di discesa verso Matraia.
Otto i chilometri proposti da “Aquilea”, con partenza dal centro abitato di Ponte a Moriano. Una prova speciale molto tecnica, dove la stesura delle note si confermerà determinante. Da un tratto “guidato”, i conduttori saranno chiamati a esprimere il proprio potenziale in varie condizioni di percorrenza, caratteristiche che rendono Aquilea una piccola università dell’asfalto.

I MOTIVI SPORTIVI. Ad impreziosire la 2^ Coppa Ville Lucchesi sono le nuove titolarità, quelle relative al TRZ (Trofeo Rally di Zona) per quanto riguarda il rally storico e l’inserimento del confronto dedicato alla “regolarità” nel Campionato Italiano Regolarità a Media. Confermato anche il format riservato alle “All Stars”, particolare in grado di arricchire ulteriormente il plateau di esemplari di vetture. A prevalere nella prima edizione sono stati Rudy Michelini e Michele Perna, vincitori nel 4° Raggruppamento su Porsche 911 SC a seguito di un acceso confronto con la Porsche 911 RSR di Alberto Salvini e Davide Tagliaferri, compromesso da una “toccata” su Gragnano che ha messo fuori causa la vettura di 2° Raggruppamento del pilota senese, leader fino all’uscita di scena. Ad iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro della manifestazione sono stati anche Luigi Capsoni e Diego Pontin, vincitori nel 1° Raggruppamento su Alpine A110, Alessandro Ghezzi ed Agostino Benenti, loro il successo nel 2° Raggruppamento su Porsche 911 RSR e Gianmarco Marcori, con Barbara Neri vincitore di 3° Raggruppamento su Porsche 911 SC.    
La partenza è in programma venerdì 12 luglio, alle 19.31, dal centro storico di Altopascio (piazza Ricasoli), mentre l’arrivo è previsto per le 18.31 a Montecarlo. Per info e iscrizioni: www.coppavillelucchesi.it.


Nella foto (free copyright Thomas Simonelli): Riccardo De Bellis in azione nella prima edizione della gara. 

martedì 18 giugno 2019

Leopoldo Maestrini atteso protagonista al Rally Alta Val di Cecina


Il pilota di Scarlino sarà al “via” dell’appuntamento in programma questo fine settimana a Castelnuovo Val di Cecina, dove abbraccerà nuovamente la Peugeot 208 R5 del team MM Motorsport.



Scarlino (GR), 18 giugno 2019



Puntare il podio assoluto, cercando di migliorare quella terza posizione che – nelle ultime due edizioni – ha archiviato performance di spessore. Leopoldo Maestrini sarà ancora della “partita” al Rally Alta Val di Cecina, appuntamento in scena questo fine settimana a Castelnuovo Val di Cecina, nelle strade delle colline metallifere. Per il pilota portacolori della scuderia Maranello Corse, l’appuntamento valido per il Trofeo Rally Toscano sarà occasione per avere conferma di quelle sensazioni positive espresse al volante della Peugeot 208 R5 messa a disposizione dal team MM Motorsport, vettura utilizzata da Leopoldo Maestrini nel Campionato Italiano WRC. Una stagione sportiva, quella del driver grossetano, condizionata da variabili negative che hanno appesantito il riscontro delle ultime due gare tricolori ma dal quale, già dall’impegno del fine settimana, è lecito attendersi un risultato in linea con le aspettative.

Sulle strade del Rally Alta Val di Cecina, Leopoldo Maestrini sarà affiancato, nel ruolo di copilota, da Iacopo Innocenti. Una rinnovata collaborazione, per l’equipaggio, già compartecipe di parte della programmazione 2017.
“Una prima metà di stagione, questa che sta per concludersi, condizionata dalla sfortuna ma assecondata da sensazioni positive, quelle legate ad una vettura che mi sta soddisfacendo dal punto di vista prestazionale – il commento di Leopoldo Maestrini – il Rally Alta Val di Cecina rappresenta un appuntamento al quale non rinunciare, su strade molto tecniche e dove, nelle ultime due edizioni, ho centrato il podio. Al netto delle legittime aspettative di risultato, sarà comunque un ottimo training in vista della seconda parte di stagione”.

Quattro, le prove speciali in programma, Montecatini, Micciano, Sassopisano e Montecastelli, teatro dei 72 km previsti in una due giorni che vedrà in sabato, alle 15.30, la partenza e nelle ore 14.30 dell’indomani l’arrivo.

Nella foto (free copyright Bettiol): Leopoldo Maestrini in azione su Peugeot 208 T16.


venerdì 14 giugno 2019

Simone Baroncelli in evidenza al Rally Italia Sardegna: sua la "top ten" nel confronto Tricolore Terra


Il pilota di Montale archivia l’appuntamento valido per il Campionato del Mondo Rally con una nona posizione conquistata nella cornice di gara dedicata alla serie nazionale degli specialisti dello sterrato. “Un’emozione indescrivibile arrivare al traguardo”.



Montale (PT) – 15 giugno 2019


E’ una nona posizione di grandi contenuti, quella conquistata da Simone Baroncelli nel contesto dedicato agli specialisti degli sterrati, il Campionato Italiano Rally Terra, confronto ospite del Rally Italia Sardegna, appuntamento che ha visto la carovana del “Mondiale Rally” cimentarsi sulla terra isolana. Reduce da uno sfortunato ritiro patito nella gara di apertura, il Rally Adriatico, il pilota montalese è riuscito a centrare quello che era l’obiettivo primario: archiviare gli oltre centoventi chilometri dell’impegno iridato - affrontati per la prima volta in carriera - facendo leva sulle buone sensazioni espresse, nell’appuntamento inaugurale, al volante della Peugeot 208 R2 messa a disposizione dal team GF Racing.

Per il portacolori della scuderia valdinievolina Jolly Racing Team, la nona piazza tra i competitor del Campionato Italiano Rally Terra ha garantito una buona prospettiva in ottica tricolore. Un traguardo, quello raggiunto da Simone Baroncelli e dalla copilota Simona Righetti, conseguito avendo la meglio sulle alte temperature proposte dalla cornice di Alghero, particolare che ha costretto il driver montalese - in alcuni frangenti - ad una condotta difensiva che non ha tuttavia negato la prima posizione tra le vetture di categoria RC4 partecipanti al confronto “griffato” Campionato Italiano Rally Terra.

“Una gara affrontata in condizioni difficili, che ha visto uscire di scena molti esponenti della serie - il commento, entusiasta, di Simone Baroncelli - riuscire a salire sulla pedana d’arrivo è una grande soddisfazione, a conclusione di un confronto dove le alte temperature si sono rivelate determinanti dal punto di vista selettivo. Il Rally Italia Sardegna, a detta dei piloti più esperti, è una delle gare più difficili al mondo, dove la condizione delle strade, spaccate, ha indotto all’errore più volte. Una nona posizione di campionato che ci regala ossigeno in ottica futura, avendo visto concretizzate tutte quelle buone sensazioni riscontrate anche nell’appuntamento d’avvio, sulle strade dell’Adriatico. Ringrazio il team per averci messo a disposizione una vettura perfetta, permettendoci di vivere questo bellissimo sogno. Ringrazio Simona Righetti, la mia copilota, che si è dimostrata perfetta sotto tutti i punti di vista”.

La programmazione sportiva di Simone Baroncelli proseguirà sulle strade del Rally San Marino, prossima tappa del Campionato Italiano Rally Terra in scena nei giorni 13-14 luglio.

Nella foto (free copyright RaceEmotion): Simone Baroncelli in azione al Rally Italia Sardegna.

mercoledì 12 giugno 2019

Cresce l'attesa per la 2^ Coppa Ville Lucchesi

Trofeo Rally di Zona per il Rally Storico, Campionato Italiano per la versione “Regolarità a media”: grandi contenuti in scena nei giorni 12-13 luglio sulle strade della Piana lucchese. Iscrizioni aperte dal 12 giugno.



Lucca, 5 giugno 2019 - Cresce l’attesa per la seconda edizione della Coppa Ville Lucchesi, pronta a confermare l’appeal riscontrato anche lo scorso anno. Assecondato dalle neo-titolarità assegnate da Aci Sport, l’evento promosso da Automobile Club Lucca – in programma nei giorni 12 e 13 luglio lungo le strade che circondano Lucca – offrirà alla platea motoristica nazionale un’espressione agonistica in linea con le ambizioni del proprio gruppo di lavoro.
Trofeo Rally di Zona per quanto riguarda il Rally Storico e Campionato Italiano Regolarità a media come scenario per i conduttori iscritti al format previsto dalla disciplina: elementi di primo piano che, con la conferma della formula dedicata alle vetture “All Stars”, verranno valorizzati al meglio dai luoghi scelti per disputare la Coppa, le bellissime Colline lucchesi, le Ville che costellano il paesaggio e i borghi medievali che svelano un passato ricco di storia.
“Siamo in piena preparazione - commentano Luca Gelli Luca Sangiorgio, rispettivamente presidente e direttore di Aci Lucca - Quest’anno cureremo ogni dettaglio con ancora maggiore dedizione e attenzione dell’anno precedente, con l’obiettivo di offrire agli equipaggi partecipanti e al pubblico presente uno spettacolo unico e indimenticabile. La scelta delle colline lucchesi, la volontà di esaltare il nostro territorio in abbinamento alla bellezza degli esemplari motoristici che hanno fatto la storia del rally nasce da una considerazione semplice: lo sport come strumento di aggregazione, di condivisione di valori, di conoscenza e di valorizzazione delle bellezze che abbiamo nella nostra provincia”.
Tre prove speciali e tre prove di media, ripetute fino a sfiorare settanta chilometri cronometrati, quattro riordinamenti che esalteranno le eccellenze del territorio, piazza d’Armi a Montecarlo, Villa Reale a Marlia, Parco Pandora a Segromigno e piazza Ricasoli ad Altopascio, un percorso che attraverserà le colline e i borghi lucchesi, da Aquiilea a Villa Basilica, e che vedrà il suo punto di partenza dal cuore di Altopascio, casa per eccellenza della via Francigena. Un legame con il territorio pronto a rinnovarsi anche in occasione dei controlli a timbro previsti dal format di gara, nei pressi della Fortezza Medievale di Montecarlo e a Villa Torrigiani, a Camigliano, con la città di Altopascio interessata dal passaggio delle vetture in fase di trasferimento. Capannori sarà invece teatro del Parco Assistenza dove, negli spazi adiacenti lo stadio comunale, gli appassionati avranno la possibilità di seguire da vicino le fasi di “service”.

La  2^ Coppa Ville Lucchesi accenderà i motori delle vetture partecipanti – esemplari che hanno fatto la storia dell’automobilismo internazionale – alle ore 19.31 di venerdì 12 luglio, dal centro storico di Altopascio, in piazza Ricasoli. L’arrivo è previsto alle ore 18.31 dell’indomani nel cuore di Montecarlo, a conclusione di un confronto che decreterà i vincitori dopo sette prove speciali. L’apertura delle iscrizioni è stata programmata per mercoledì 12 giugno, fase che si concluderà nella giornata di lunedì 8 luglio e che vedrà garantite importanti agevolazioni: previsto uno sconto del 25% per i conduttori di Automobile Club Lucca e del 20% per gli equipaggi che hanno partecipato alla prima edizione.
Informazioni sul programma, aggiornamenti e novità su: www.coppavillelucchesi.it.

Nella foto (free copyright Thomas Simonelli): il podio della 1^ edizione.