sabato 19 maggio 2018

Leopoldo Maestrini atteso allo start del "Rallye Elba"



Il pilota di Scarlino, reduce da prestazioni positive nei tre passati appuntamenti del Campionato Italiano Rally, sarà nel “lotto” dei protagonisti al volante della Skoda Fabia R5 del team P.A. Racing.




Scarlino, 19 maggio 2018




E’ atteso a quello che, da molti, viene definito il “crocevia” del Campionato Italiano Rally, Leopoldo Maestrini. Il pilota di Scarlino, reduce da un avvio stagionale al di sopra delle aspettative, sarà parte integrante del Rallye Elba, quarto appuntamento della serie al volante della Skoda Fabia R5 messa a disposizione dal team P.A. Racing. L’occasione per confermare il “trend” positivo riscontrato nelle tre precedenti occasioni, con il portacolori della scuderia PSG Rally arrivato a sfiorare la “top ten” ed in cerca dell’acuto in quella che rimane l’unica cornice disputata nella precedente programmazione agonistica.

Un contesto affrontato ma che, nell’edizione odierna, presenta al “plateau” di appassionati una versione inedita della gara, con dieci prove speciali in programma tra venerdì 25 e sabato 26 maggio ad offrire oltre centocinquanta chilometri cronometrati ai protagonisti della massima espressione rallistica nazionale. Un format che prevede la partenza, da Portoferraio, alle ore 16.15 e che garantirà un adeguato ritorno d’immagine ad equipaggi e partners. Per Leopoldo Maestrini, che al suo fianco potrà contare ancora sull’esperienza di Daniele Michi nel ruolo di copilota, l’occasione di dare continuità di prestazioni in un contesto già affrontato nella veste 2017, quando era parte integrante del Campionato Italiano WRC e cercare lo spunto per cogliere un risultato di rilievo.

“Partiamo per l’Isola d’Elba con i migliori presupposti – ha commentato Maestrini a pochi giorni dal via – essendo la gara a me più vicina per quanto riguarda il Campionato Italiano Rally. L’obiettivo è quello di concretizzare tutte quelle buone sensazioni riscontrate in fase di test e successive alla Targa Florio, gara che si è rivelata impegnativa e che ci ha visto rapportarsi con condizioni atmosferiche variegate che hanno sicuramente reso unica nel suo genere questa esperienza”.



UFFICIO STAMPA – LEOPOLDO MAESTRINI