venerdì 19 aprile 2019

Programma "tricolore" per Simone Baroncelli: atteso sulle strade del Campionato Italiano Rally Terra


Il pilota pistoiese ufficializza la partecipazione al Campionato Italiano Rally Terra, al volante della Peugeot 208 R2B messa a disposizione dal team GF Racing. Ad affiancarlo, nel ruolo di copilota, sarà Simona Righetti.



Montale (PT), 19 aprile 2019


E’ all’insegna del tricolore, la programmazione sportiva 2019 di Simone Baroncelli.
Il pilota di Montale ha ufficializzato la partecipazione al Campionato Italiano Rally Terra, massima espressione dedicata ai fondi sterrati articolata su cinque appuntamenti. Ad inaugurare la serie nazionale sarà il Rally Adriatico, in programma nei giorni 3-4 maggio a Cingoli, in provincia di Macerata. Per il ventiquattrenne portacolori della scuderia Jolly Racing Team l’occasione di misurarsi in un contesto di assoluto livello, potendo contare sulla Peugeot 208 R2B messa a disposizione dal team GF Racing.

Ad affiancare Simone Barconcelli, nel ruolo di copilota, sarà Simona Righetti. Una collaborazione che interesserà le parti per l’intero campionato, affrontato con l’ambizione di poter accumulare esperienza su fondi che, da sempre, richiamano la partecipazione dei migliori interpreti della disciplina.
Il Campionato Italiano Rally Terra, dopo l’avvio al Rally Adriatico, sarà in scena sugli sterrati del Rally d’Italia Sardegna, a metà giugno, celebre teatro della manche nostrana di Campionato del Mondo Rally. Il “giro di boa” avverrà al San Marino Rally, nel mese di luglio, con la conclusione della serie che passerà dai confronti de “Il Nido dell’Aquila”, a Nocera Umbra e dal Tuscan Rewind, a Montalcino, appuntamento che manderà in archivio, dal 22 al 24 novembre, la serie tricolore.

Una stagione agonistica imbastita con l’intento di ben figurare, facendo leva su un connubio d’intenti rappresentato, dal punto di vista logistico, dalla scuderia Jolly Racing Team e – a livello tecnico – dall’esperienza del team GF Racing.



“Una grande soddisfazione, poter annunciare questo programma – il commento, entusiasta, di Simone Baroncelli – l’obiettivo è quello di fare bene, potendo contare su componenti di livello. Alcune delle gare in campionato le ho già affrontate mentre, per quanto riguarda gli appuntamenti di San Marino Rally e Rally d’Italia Sardegna, sarà un debutto in piena regola. Della vettura ho ottime impressioni, avendone potuto disporre nell’ultimo appuntamento della passata stagione. Condividerò l’abitacolo con Simona Righetti, con la quale sono convinto di trovare il giusto feeling fin dall’avvio di stagione. Ringrazio tutti i miei partner per aver reso possibile questa programmazione, di assoluto livello”.


Nella foto (free copyright): Simone Baroncelli ed impegnato al volante della Peugeot 208.


UFFICIO STAMPA – SIMONE BARONCELLI

giovedì 11 aprile 2019

All'insegna del "Tricolore" le prime leadership del Premio Rally Automobile Club Lucca



Il Rally del Ciocco inaugura la serie promossa dall’istituzione automobilistica provinciale confermando un trend positivo in termini di adesioni ed assegnando i primi punteggi stagionali.




Lucca, 9 aprile 2019


I chilometri più prestigiosi, quelli che hanno contraddistinto il primo appuntamento del Campionato Italiano Rally, si sono confermati determinanti nell’assegnazione del punteggio relativo alla “Prima” del Premio Rally Automobile Club Lucca, articolata sulle strade del Rally del Ciocco.
La “due giorni” tricolore, che ha puntato i riflettori su Media Valle e Garfagnana nei giorni 22-23 marzo scorsi, ha offerto alla kermesse rallistica provinciale spunti di elevato tasso qualitativo ed un trend in linea con le adesioni che ne hanno contraddistinto le linee nella precedente edizione.

A comandare la classifica piloti, forte del punteggio acquisito sui chilometri proposti dalla versione “CIR”, un lotto di conduttori che ha saputo imporsi nella rispettive categorie. Da Daniele Campanaro, vincitore nel confronto dedicato al Campionato Italiano R1 sul sedile della Suzuki Swift ad Andrea Simonetti, protagonista di una condotta che lo ha portato al successo nella classe R3C, al volante della Renault Clio. Nel gruppo di testa anche Andrea Taddei, primo classificato nella classe N2 su Peugeot 106. Un risultato valso anche la leadership nella classifica Under 25 piloti. Nel confronto dedicato al panorama femminile, a spuntarla è stata Giulia Serafini, grazie alla seconda piazza di “N2” colta al volante della Peugeot 106. Un punteggio, quello conseguito dalla driver versiliese, assicurato nella versione regionale della gara. Due, le lunghezze di vantaggio su Luciana Bandini, protagonista nella versione tricolore dell’appuntamento inaugurale su Renault Clio Williams. A vincere il Rally del Ciocco valido come appuntamento di Coppa Rally di Zona, quindi in versione regionale, è stato Fabio Pinelli. Per il conduttore di ACI Lucca, la soddisfazione di aver concretizzato al meglio il debutto su Hyundai I20 R5.

Analoga situazione nella classifica copiloti, dove a comandare sono coloro che si sono resi compartecipi delle prestazioni dei primi tre driver. Primato dal sapore tricolore per Irene Porcu, copilota di Daniele Campanaro, leadership per Federico Riterini, alla destra di Andrea Simonetti su Renault Clio R3C e per Michael Salotti, codriver che ha affiancato Andrea Taddei su Peugeot 106, primo leader tra i copiloti Under 25. Punteggi che, in entrambe le classifiche, hanno garantito massima incertezza: di cinque punti il margine tra i due gruppi “di testa” ed i primi inseguitori.
Il prossimo appuntamento vedrà i conduttori iscritti al Premio Rally Automobile Club Lucca cimentarsi sull’asfalto del Rally delle Colline Metallifere, in scena a Piombino nei giorni 13-14 aprile. 


Nella foto (free copyright Thomas Simonelli): La Suzuki Swift di Campanaro-Porcu e la Renault Clio R3C di Simonetti-Riterini. 




lunedì 1 aprile 2019

"1000 Miglia" in chiaroscuro per Leopoldo Maestrini


Il portacolori della scuderia Maranello Corse archivia il primo appuntamento di Campionato Italiano WRC recriminando su impegni lavorativi che hanno condizionato la preparazione della gara, con la partecipazione incerta fino alla vigilia.



Scarlino (GR) – 1 aprile 2019


E’ un risultato che non ha assecondato le aspettative, quello legato al primo appuntamento della programmazione sportiva stagionale di Leopoldo Maestrini. Chiamato al “via” del Rally 1000 Miglia, contesto di apertura del Campionato Italiano WRC, il pilota scarlinese non è riuscito ad esprimersi sugli standard abituali, quelli che lo hanno accompagnato sui chilometri del Campionato Italiano Rally 2018 . Un’ottava piazza di classe R5 che garantisce punteggio in ottica campionato ma che non ha certo soddisfatto il pilota portacolori della scuderia Maranello Corse, al centro di una preparazione condizionata da impegni lavorativi che, fino alla vigilia della gara, ne hanno messo in dubbio la partecipazione.

Un contesto, quello andato in scena a Salò, che ha puntato i riflettori sulle novità legate alla nuova programmazione del driver: dalla vettura – la Peugeot 208 R5 messa a disposizione dal team MM Motorsport, al copilota, l’esperto Sauro Farnocchia. Una comunione d’intenti rivolta verso un nuovo palcoscenico, il Campionato Italiano WRC, contesto che ha garantito a Leopoldo Maestrini un buon compromesso in ottica professionale, permettendo di conciliare al meglio gli impegni lavorativi.

“C’è molto rammarico, in primis considerando l’eccellente lavoro del team MM Motorsport e gli sforzi profusi dalla mia scuderia, la Maranello Corse – il commento di Leopoldo Maestrini a fine gara – purtroppo la preparazione della gara, condizionata da impegni improrogabili, si è fatta sentire. La vettura ha un potenziale enorme e proprio da queste considerazioni voglio ripartire, in vista del prossimo appuntamento”.

Nella foto (free copyright Bettiol): la Peugeot 208 R5 di Leopoldo Maestrini.

UFFICIO STAMPA – LEOPOLDO MAESTRINI

lunedì 25 marzo 2019

Sabato 6 aprile il "Walk In Day" di Capex: a Montecatini Terme l'evento dedicato al tatuaggio

Torna l’appuntamento semestrale promosso dallo studio Great Seal Tattoo Lodge di Via Balducci: musica, drink & food ad accompagnare una giornata all’insegna della possibilità di tatuarsi senza appuntamento.



- Montecatini Terme, 25 marzo 2019 –



Una giornata dedicata al tatuaggio, dove gli appassionati potranno vivere dall’interno di uno dei più rinomati studi a livello internazionale le più ricercate sfumature artistiche. Sabato 6 aprile, il Great Seal Tattoo Lodge di Montecatini Terme – studio reso celebre da “Capex”, artista la cui fama ha varcato le soglie nazionali – aprirà le sue porte per il Walk In Day, evento che da anni sta assicurando ampi consensi e che, dalle ore 10 alle ore 19 di sabato 6 aprile, coinvolgerà gli ampi locali di Via Balducci.

“Walk In Day”, ovvero una giornata dove, all’interno del salone montecatinese, viene data la possibilità di tatuarsi senza dover attendere le tempistiche legate alla canonica gestione degli appuntamenti.
L’occasione per approfondire la conoscenza con il mondo dei tatuaggi grazie alla competenza di tre tatuatori professionisti  quali “Capex”, “Jack” e “Jaisy”, a disposizione di chi vorrà approfittare di quel concetto importato nella città termale proprio dall’artista pistoiese: “Ormai, il Walk In Day è un evento divenuto comune a tutti gli appassionati del tatuaggio, visto che sono passati diversi anni dalla nostra prima programmazione  –  il commento di Capex – la logica di oltrepassare le tempistiche legate alla richiesta di appuntamento è piaciuta fin dalla prima edizione, logico che ogni anno lo studio vada ad offrire sempre qualcosa in più e mi riferisco all’offerta dei tatuaggi a disposizione . L’occasione per vivere lo studio tra buona musica ed un ricco buffet, approfittando di centinaia e centinaia di flash a disposizione degli appassionati e ad un prezzo decisamente contenuto”.

Tradizione americana, marinaresca, ornamentale e floreale: un ventaglio artistico che ha reso celebre lo studio montecatinese, precursore in ambito locale dell’iniziativa. Una vera opportunità, il Walk In Day, garantita da un’equipe che ha garantito allo studio Great Seal Tattoo Lodge un ruolo di primo piano nel contesto artistico internazionale.
Per informazioni sull'evento, consultare i profili social seguenti:

facebook
Great Seal Tattoo Lodge
Capex Tattooer

instagram
Great Seal Tattoo Lodge: greatseal_tattoolodge
 “Capex”: @_capex _

Nella foto: Capex, Jack e Jaisy del Great Seal Tattoo Lodge