martedì 12 febbraio 2019

La Coppa Ville Lucchesi scalda i motori in vista dell'edizione 2019


Format rivisto per il rally storico che quest’anno interesserà anche Altopascio.
Dopo il successo del 2018, il rally storico ha ottenuto la titolarità di Trofeo Rally di Zona e inserito nel calendario del Campionato Italiano di regolarità media. Appuntamento per il 12 e 13 luglio.





Lucca, 12 febbraio 2019 – Dopo il grande successo della scorsa edizione, ritorna anche nel 2019 l'appuntamento con la Coppa Ville Lucchesi, il primo evento motoristico organizzato direttamente dall'Automobile club di Lucca, in concerto con Aci Sport e dedicato alle vetture che hanno fatto la storia del rallismo internazionale. Molte le novità che caratterizzeranno questa seconda edizione. Innanzitutto il riconoscimento ottenuto: visti l'apprezzamento riscosso e la spettacolarità del tracciato, la competizione è ora titolata Trofeo Rally di Zona  ed è entrata di diritto nel Campionato Italiano per quanto riguarda la regolarità a media. Poi, la data: l'edizione 2019 accenderà i riflettori nei giorni 12 e 13 luglio, una scelta in grado di garantire una partecipazione ancora maggiore di piloti e appassionati. Infine il tracciato: tra i territori attraversati dalla gara, quest'anno ci sarà anche Altopascio.
Tre prove cronometrate, disegnate per tenere fede a un passato dai lineamenti gloriosi, il Rally dello Zoccolo, e un tracciato che attraversa alcune delle zone più belle del territorio, le colline, le ville e i borghi della Lucchesia, da Aquilea fino a Villa Basilica. Ecco la Coppa Ville Lucchesi con il suo triplo format di gara: Rally storico - Trofeo rally di zona, Campionato italiano regolarità a media e All stars.
“Siamo molto entusiasti per questa seconda edizione - ha detto il presidente di Aci Lucca, Luca Gelli - la gara ha riscosso un grande successo, sia tra gli appassionati che tra gli addetti ai lavori, tant'è che è stata inserita nel calendario del Campionato italiano di regolarità media e nel Trofeo rally di zona. Quest’anno puntiamo a fare ancora meglio, per questo abbiamo deciso di spostare la gara nel mese di luglio, al fine permettere la maggiore partecipazione possibile. La macchina organizzativa è già ripartita, stiamo promuovendo la manifestazione anche all’interno di altri rally italiani ed europei: puntiamo a una massiccia partecipazione. Non vediamo l'ora di iniziare".

La Coppa Ville Lucchesi punta i riflettori sugli esemplari divenuti vero e proprio patrimonio motoristico internazionale: macchine leggendarie che hanno fatto la storia dell'automobilismo tra cui Porche Carrera 911, Lancia Delta, Lancia Stratos e Ford Escort. A questo si aggiunge la spettacolarità del territorio lucchese, soprattutto quello delle colline, dei borghi medievali e delle ville che circondano il capoluogo e la Piana di Lucca, a conferma di un connubio di elevata spettacolarità pronto a dare ulteriore risalto alle capacità organizzative dell’istituzione automobilistica lucchese. Ecco dunque spiegata la scelta di inserire nella programmazione un riordinamento nella Villa Reale di Marlia e un controllo a timbro nella suggestiva Villa Torrigiani, a Camigliano. O ancora il passaggio da Altopascio, dove ancora è possibile ammirare le mura medievali e l’antico ospitale, punto di arrivo e di accoglienza per i pellegrini della via Francigena, diretti a Roma.


Ulteriori informazioni su: www.coppavillelucchesi.it

giovedì 10 gennaio 2019

A Dario Bertolacci e Chiara Lombardi il 13° Premio Rally Automobile Club Lucca

L’equipaggio della Mediavalle si assicura la vittoria nel confronto promosso dall’ente automobilistico provinciale. Un’edizione da record in termini di adesioni, quella conclusa sull’asfalto del Rally Il Ciocchetto, atto finale di una programmazione che ha posto la serie al centro dell’interesse nazionale.




Lucca, 10 gennaio 2019


Sono Dario Bertolacci e Chiara Lombardi, i vincitori del 13° Rally Automobile Club Lucca. I due conduttori, equipaggio nella programmazione agonistica, si sono rispettivamente affermati nella classifica “piloti” e “navigatori” della serie promossa dall’istituzione automobilistica provinciale. Un risultato finale concretizzato sulle strade del Rally Il Ciocchetto, appuntamento che ha garantito ai neo campioni il successo nella classe N1, sui sedili della Peugeot 106 che ne ha contraddistinto le qualità durante la stagione sportiva.
Una leadership, quella del pilota di Borgo a Mozzano, garantita da prestazioni di spessore nelle sette occasioni valevoli ai fini della classifica assoluta.
Per Chiara Lombardi, oltre alla vittoria assoluta nel confronto riservato ai navigatori, la soddisfazione di aver conquistato il primato sia tra i copiloti Under 25 che nel confronto dedicato alle “ladies” del sedile destro.

Alle spalle di Dario Bertolacci, nella classifica “piloti”, si è elevato Augusto Favero. Una seconda posizione concretizzata al volante della Peugeot 106 di classe N1 – categoria che ha reso protagonisti i vertici della serie – e che ha visto il pilota di Carrara regolare, con un distacco inferiore al punto, il terzo classificato Luca Pierotti. Una stagione soddisfacente, quella del pilota di Lucca, concretizzata sull’ultimo gradino del podio assoluto grazie a risultati che ne hanno contraddistinto la performance globale in ambito regionale. Una vera e propria bagarre, quella registrata nell’“attico” della classifica piloti, che ha interessato anche il campione regionale toscano 2018 Fabio Pinelli, quarto ed a solo mezzo punto di distacco dalla terza piazza. Una posizione condivisa con Michele Friz, con il giovane driver di Castelnuovo Garfagnana vincitore nella classifica Under 25 “piloti” davanti a Manuele Pardini ed Alessandro Comellini.

Le logiche legate agli scarti si sono confermate determinanti anche nell’assegnazione delle posizioni del podio dedicato ai “navigatori”, con Chiara Lombardi ad elevarsi come “primattrice” ed un lotto di pretendenti regolati da distacchi minimi. Un primato che ha visto la copilota di Castelnuovo Garfagnana, compartecipe dei risultati conquistati da Dario Bertolacci, regolare di quattro lunghezze Alessio Pellegrini. Per il copilota pistoiese, secondo di classe A0 sulle strade del Rally Il Ciocchetto, andato in scena a fine dicembre a Castelvecchio Pascoli, una seconda posizione assoluta maturata grazie a quattordici punti di vantaggio su Andrea Sarti, terzo sul podio finale.

A primeggiare nella classifica femminile riservata ai piloti è la pratese Susanna Mazzetti, protagonista di un acceso confronto con la diretta avversaria Giulia Serafini. Tra i copiloti, alle spalle di Chiara Lombardi, la seconda piazza femminile è andata a Manuela Milli mentre, nella classifica Under 25, in scia alla codriver di Castelnuovo Garfagnana si sono posizionati Andrea Sarti e Nicola Biagi. Una cornice che ha regalato visibilità al “vivaio” provinciale, grazie ad una programmazione articolata sulle più impegnative prove speciali della regione.  
Grande, la soddisfazione espressa dai vertici del Premio Rally Automobile Club Lucca, al centro di tredicesima edizione contraddistinta dal record assoluto di partecipanti, oltre duecento, a conferma di un sempre più crescente appeal maturato nei confronti della kermesse. I conduttori che si sono resi protagonisti nelle classifiche del 13° Premio Rally Automobile Club Lucca verranno premiati sabato 23 febbraio, in una serata nella quale verranno svelati i dettagli della nuova edizione. 

Classifiche complete su: www.rallylucca.it

Nella foto (free copyright-Simonelli): i vincitori Dario Bertolacci e Chiara Lombardi.

Premio Rally Automobile Club Lucca

UFFICIO STAMPA
Gabriele Michi

sabato 29 dicembre 2018

Un 2018 da incorniciare per Corinne Federighi: brilla in bacheca la coppa "femminile" del Campionato Italiano Rally


Dal raggiungimento del massimo obiettivo, la terza vittoria del Campionato Italiano Rally “femminile”, agli ottimi risultati conquistati nel ruolo di copilota: la driver massese archivia una stagione di altissimo livello.



Massa, 28 dicembre 2018



E’ una disamina esaltante, quella analizzata da Corinne Federighi a conclusione della stagione sportiva 2018. La pilota massese, al centro di una programmazione incentrata nella partecipazione al Campionato Italiano Rally, ha centrato quello che era l’obiettivo principale: la vittoria nella categoria femminile, valsa la terza coppa Aci Sport in carriera. Un “tris” di vittorie nel Tricolore Rally che ha impreziosito ulteriormente una bacheca che – meno di dodici mesi prima – brillava del primo piazzamento “rosa” nella serie International Rally Cup.
Una stagione redditizia sotto tutti i punti di vista, quella della portacolori della scuderia Project Team, struttura che ha visto la pilota toscana protagonista al fianco di Marco Runfola, compartecipe della vittoria assoluta al Rally di Pomarance, appuntamento che ha chiuso la pratica 2018.

Una stagione contraddistinta dalle certezze offerte dall’utilizzo della Renault Clio R3C messa a disposizione dal team SMD Racing, vetture che ha saputo assecondare al meglio le esigenze di Corinne Federighi in entrambi i ruoli che l’hanno resa protagonista.
Un risultato, la vittoria nella categoria femminile del Campionato Italiano Rally, concretizzato con sole cinque presenze su otto appuntamenti a disposizione, contesti dove il risultato non è mai stato in discussione grazie a condotte prive di sbavature e, in più occasione, culminate con il raggiungimento delle prime trenta posizioni assolute, certezza di punteggio pieno.


“Se guardo al 2018, non posso che ritenermi soddisfatta – il commento di Corinne Federighi – è stata una stagione dove ritengo di aver raggiunto il massimo di quello al quale potevo ambire: vincere ancora nel Campionato Italiano Rally era la mia prerogativa. A chiusura è arrivata ancora una vittoria, al fianco di Marco (Runfola ndr)… meglio di così. Adesso dobbiamo guardare al 2019, sto valutando alcune opportunità”.

Nelle foto (free copyright Bettiol/Actualfoto): Corinne Federighi sul palco del Rally Adriatico e con Marco Runfola.


UFFICIO STAMPA – CORINNE FEDERIGHI

sabato 8 dicembre 2018

Sabato 22 dicembre il Christmas Tattoo Party di Capex: tatuaggi e musica protagonisti a Montecatini Terme

Dalle 10 alle 19, al Great Seal Tattoo Lodge di Via Balducci, tatuaggi, musica, food & drink al centro di una giornata ideata con la concezione del “Walk In”, con possibilità di tatuarsi senza appuntamento ed acquistare gift card natalizie.




Montecatini Terme, 08 dicembre 2018



Una giornata dedicata al tatuaggio dove a farla da padroni saranno buona musica, food, drink e la possibilità di salutare l’avvio delle festività natalizie assicurandosi un regalo originale. E’ con questi presupposti che Capex, noto tatuatore da anni al centro della scena artistica internazionale, aprirà le porte del suo Great Seal Tattoo Lodge per il “Christmas Tattoo Party”, un evento in programma nell’intera giornata di sabato 22 dicembre in Via Balducci, a Montecatini Terme.
Dalle ore 10 alle ore 19, oltre alla possibilità di tatuarsi senza appuntamento – concetto importato per la prima volta a Montecatini proprio dallo stesso Capex – all’interno del Great Seal Tattoo Lodge verrà data la possibilità di acquistare il “gift certificate”, ovvero un buono spendibile all’interno dello studio da regalare in vista delle feste natalizie.

“La concezione è quella del Walk In Day, chi prima arriva, prima si tatua e senza l’obbligo di fissare un appuntamento – il commento di Capex a presentazione dell’evento – regalarsi un tatuaggio senza dover attendere le canoniche tempistiche credo sia un’idea originale. Con i gift certificate abbiamo voluto accontentare anche chi cerca originalità e voglia di stupire: il tatuaggio è un regalo che verrà sicuramente apprezzato e che lascia al donatore libera scelta sull’importo spendibile”.



Migliaia di flash, ampia scelta stilistica e tre tatuatori, Capex, Jack e Jaisy, pronti ad assecondare le aspettative di chi si appresta a vivere una giornata all’insegna di tatuaggi e buona musica.   

Per informazioni:

Instagram: @_capex_
Facebook: Great Seal Tattoo Lodge, Capex Tattooer

Nelle foto (free copyright): Capex all’interno del Great Seal Tattoo Lodge e con Jack e Jaisy.